La più grande residenza in USA

1 BILTMORE HOUSE2 BILTMORE HOUSE3 BILTMORE HOUSE4 BILTMORE HOUSE5 BILTMORE HOUSE6 BILTMORE HOUSE7 BILTMORE HOUSE jpgDavvero principesca, la più grande dimora privata degli Stati Uniti: Biltmore House o Biltmore Mansion, oggi Biltmore Estate, ad Asheville, nel Nord Carolina.

Fu edificata su 50.000 ettari di terreno per volontà della famosa famiglia Vanderbilt di New York (George e Edith) che ne è ancora proprietaria attraverso la Biltmore Company, la società della famiglia fondata nel 1933 e che tuttora possiede e gestisce Biltmore Estate. Dopo i primi sei anni di lavoro, Biltmore, venne inaugurata nel 1895, ma i lavori continuarono ancora per anni.

Nel 1915, dopo la morte del marito George Vanderbilt, la moglie Edith vendette al Servizio Forestale degli Stati Uniti ben 35mila ettari di questa impressionante proprietà, Attualmente, Biltmore Estate comprende oltre 3mila ettari, nei quali sono presenti i giardini progettati da Olmsted, considerato il padre della paesaggista americana.

 Ma la vocazione quale attrazione turistica dell’incredibile dimora, nasce negli anni Trenta, quando gli allora eredi della famiglia Valderbilt aprirono la casa di famiglia al pubblico per richiamare l’attenzione della gente durante la Grande Depressione, creando via via anche un importante indotto turistico. Oggi, secondo TripAdvisor, si colloca al 5° posto tra le 25 maggiori destinazioni turistiche degli USA.

 L’architettura in stile rinascimentale che si ispira ai famosi castelli francesi della Loira, dell’inizio del 1600, Blois, Chenonceau e Chambord, è progettata dell’architetto newyorkese Richard Morris Hunt (1827-1895), che per i Vanderbilt aveva costruito anche la casa a New York sulla 5a Avenue, mentre il parco circostante è opera dell’architetto del paesaggio e urbanista americano Frederick Law Olmsted (1822-1903) cui si deve, nella sua lunga carriera, anche la realizzazione con Calvert Vaux -con cui ha condiviso lo studio dal1857 al 1872- del progetto di Central Park a New York. Olmsted fu uno dei primi architetti paesaggisti della storia, interessato allo studio scientifico e tecnico dei problemi ambientali.

L’edificio principale, altri ve ne sono con funzioni accessorie nel vasto e immenso parco, si sviluppa su 4 piani, con ben 250 stanze di cui 34 sono sale, 43 bagni e 65 camini, 3 cucine, una biblioteca con 23.000 libri, una scala a chiocciola tra i diversi piani con 102 scalini, una sala banchetti, piscina interrata, sala bowling, e tanto altro.

Oggi, attorno a Biltmore Estate, polo turistico di primordine, tutto è sotto l’egida della Biltmore Company che si occupa di tutti gli aspetti di manutenzione, promozione, organizzazione di manifestazioni varie, valorizzazione del territorio, gestione di Antler Hill Village, un complesso di negozi, ristoranti, enoteche, nonchè ospitalità dei visitatori, fino a 1,4 milione all’anno, con due importanti strutture ricettive realizzate nel territorio, il 4 stelle The Inn on Biltmore Estate e il più spartano Village Hotel della Biltmore Estate.

Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Tutti gli articoli, Viaggi e Turismo e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...