Nuovo stadio e riqualificazione urbana a Firenze

1 STADIO Firenze Pierattelli Arch2 STADIO Firenze Pierattelli Arch3 STADIO Firenze Pierattelli Arch4 STADIO Firenze Pierattelli ArchA Firenze, il famoso studio di architettura Pierattelli Architetture propone un progetto per il nuovo stadio di calcio della locale squadra Fiorentina,  con un Masterplan che prevede una riqualificazione dell’area, oggi adibita al mercato agro alimentare di Firenze Mercafir che, una volta attuato, lascerebbe in dote alla città non solo un impianto sportivo all’avanguardia, ma un distretto funzionale e accessibile, riqualificato per servizi e tempo libero.

Il progetto per il nuovo stadio diventa così l’occasione per trasformare l’infrastruttura sportiva in un segno di rinnovamento, crescita ed espansione urbana, ridisegnando lo scenario urbano di una delle zone più vitali della città.

In tempi di grandi discussioni in Italia e in particolare a Milano, dove si dibatte sulla costruzione di un nuovo stadio o sul riadattamento e riconversione totale o parziale dell’esistente, la proposta di Pierattelli Architetture per Firenze, dimostra la necessità di un dialogo allargato dell’opera con la città e il territorio adiacente (in questo caso il Masterplan ridisegna il quartiere di Novoli, area di espansione nella zona nord-ovest di Firenze), per offrire alla città nuovi spazi e servizi e non solo uno stadio iconico.

Il progetto è molto più di un’opera di design sportivo: ridefinisce i rapporti tra architettura e contesto, risolvendo proprio attraverso l’arrivo dello stadio anche altre criticità che gravano sull’intera area.

Caratterizzato da una forma organica, lo stadio ricorda per la sua particolare conformazione, più alta da una parte e più bassa dall’altra, un “Sasso”. Una maglia metallica colorata ricopre la struttura esterna, contraddistinta dai colori sociali della squadra: viola, bianco e rosso. 16 gli ingressi, di cui 4 dotati di tornelli, con ascensori e scale panoramiche, permettono di accedere ai 3 anelli di tribune, oltre che alla galleria commerciale e alla zona ristorazione, sempre aperte al pubblico. Il progetto prevede anche la costruzione di colline artificiali per creare un’architettura viva e fruibile con servizi sempre aperti per i cittadini.

 

Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Progetti, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...