Alta efficienza per il nuovo Rettorato di Tor Vergata

1 SCHUCO2 SCHUCO3 SCHUCO4 SCHUCO5 SCHUCO6 SCHUCO7 SCHUCO8 SCHUCOL’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con il trasferimento degli uffici del Rettorato, dell’amministrazione e dei dipartimenti della Facoltà di Giurisprudenza nel nuovo Campus, rinnova la propria immagine istituzionale e compie un importante passo in avanti per rilanciare l’Ateneo in una dimensione dinamica e internazionale.

Incentrato sull’ampia piazza pedonale impostata su una piastra ipogea, il progetto del nuovo Rettorato è volto a favorire l’inclusione e la socialità e si distingue per i volumi trapezoidali disposti perpendicolarmente tra loro. Caratterizzati da pareti inclinate, ampie specchiature e dalla serrata alternanza dei frangisole, in linea con i principi bioclimatici, gli edifici creano nell’area una nuova polarità, che delimita sui due lati la piazza. I volumi trapezoidali restituiscono prestazioni energetiche all’insegna della massima efficienza, fornendo condizioni ottimali di comfort interno. Il funzionamento dei sistemi impiantistici e dei dispositivi presenti in facciata è infatti coordinato per garantire qualità ambientale, contenimento dei consumi ed elevati standard di sicurezza

 L’innovativo disegno delle facciate, studiate per il soleggiato clima mediterraneo, è realizzato con sistemi Schüco tecnologicamente integrati nell’edificio intelligente. Le vetrate utilizzate in tutto il progetto sono a vetrocamera singola, con vetri extrachiari basso emissivi (esterno), intercapedine con gas argon e vetri stratificati temperati con test HST (interno).

Il sistema Schüco dispone di canaline per la raccolta dell’eventuale acqua di infiltrazione e condensa, drenata fino alla base della costruzione, e di guarnizioni di tenuta in EPDM che evitano l’impiego di sigillanti. Le parti apribili lungo le rampe prevedono serramenti a vasistas in corrispondenza dei pianerottoli intermedi.

L’opera è realizzata su progetto architettonico dell’architetto Angelo Zampolini; con progetto delle strutture di Sylos Labini Ingegneri e Architetti Associati Architetto Massimo Alessandrini; impianti a progetto di AG&C Associati-CFA Ingegneria, ed è stata seguita per la parte sviluppo e costruzione serramenti Schüco, da COIM Serramenti e con Vianini Lavori (capogruppo Mandataria). Diverse imprese hanno partecipato alla riuscita dell’importante opera architettonica, nelle sue diverse strutture edilizie, servizi e infrastrutture.

All’interno delle ali ortogonali, spazi luminosi, eleganti e confortevoli, equipaggiati con le più avanzate tecnologie digitali, permettono a studenti, docenti e personale di svolgere le proprie attività in un ambiente efficiente e stimolante, dotato di strutture e servizi in linea con le esigenze di un polo universitario moderno ed ecosostenibile. L’attuale conformazione degli edifici, che rappresenta un primo stralcio dell’opera, dovrà essere completata in un prossimo futuro da una suggestiva struttura sferica, simbolo della perfezione formale e vero nucleo dell’intero organismo che accoglierà la sala conferenze e, in sede propria, gli uffici di governo dell’Ateneo.

 

Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...