A Ferrara, architettura e legno

1 ARPAE2 ARPAE3 ARPAE Erba4 ARPAE Ferrara5 ARPAELa nuova sede dell’ARPAE, Agenzia Regionale per l’Ambiente e l’Energia, è stata realizzata su progetto dello studio MCA-Mario Cucinella Architects. Il progetto, risultato vincitore della gara internazionale per la progettazione di un nuovo complesso ecosostenibile destinato a uffici e laboratori di ricerca, ha visto protagonista l’azienda italiana Novellocase.

Novellocase, nata nel 1956, ha sede in provincia di Varese (con i suoi 17.000 mq è ad oggi
 l’edificio industriale in legno 
più grande d’Europa), utilizza la tecnologia a telaio, la tecnologia x-lam e la tecnica a telaio in paglia, tutte soluzioni versatili, sicure e ad alta efficienza energetica per la produzione di case in legno. I risultati ottenuti sono raggiungibili in Italia da un ristretto numero di imprese di costruzioni che, come la Novellocase, dispongono della complicatissima certificazione Soa che attesta che è in possesso di requisiti sufficienti ad eseguire un’opera pubblica di categorie e classifiche adeguate: ovvero certificazione obbligatoria per la partecipazione a gare d’ appalto per l’esecuzione di appalti pubblici di lavori.

L’edificio di ARPAE di Ferrara si sviluppa intorno a un cortile centrale che costituisce il nucleo del complesso, che ha una superficie di 3.116 mq. Si tratta di un progetto molto interessante sia dal punto di vista architettonico sia come proposta innovativa: per la struttura è stata utilizzata la tecnica a telaio di legno con isolamento in lana di roccia; le pareti strutturali sono state prefabbricate nello stabilimento produttivo Novellocase e trasportati a Ferrara per il montaggio con un totale di 10.107,36 mq di pannelli.

Novellocase ha studiato una soluzione personalizzata per la costruzione e l’aggancio degli elementi della facciata e sono stati utilizzati listelli thermowood verticali a sezione variabile. Il tetto dell’edificio, la cosiddetta quinta facciata, rappresenta l’elemento di design più connotante del progetto con una serie di condotti di luce naturale che conferiscono identità architettonica alla struttura e favoriscono la ventilazione naturale. Il complesso edilizio, al suo interno, ospita uffici, sale riunioni e laboratori che danno accoglienza ai circa 90 dipendenti. In virtù delle tecnologie che consentono di recuperare più del 50% dell’energia e grazie anche ai 250 mq di pannelli fotovoltaici, il progetto rappresenta un simbolo di sostenibilità ambientale ed energetica, tanto da essere stato inserito nella lista dei dieci progetti più innovativi al mondo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...