In Olanda, Biesbosch Museum Island

EMMA_SMV_1204_biesboschmuseum_5960x2698mm_var2_ENG2 OLANDA Bioparco3 OLANDA Bioparco4 OLANDA Bioparco5 OLANDA Bioparco6 OLANDA Bioparco7 OLANDA Bioparco8 OLANDA BioparcoDentro il cuore del parco Nazionale De Biesbosch, in Olanda, si può visitare il Biesbosch Museum Island. Biesbosch che, con il suo particolare habitat, rappresenta una parte importante della storia culturale olandese.

Tutto nasce dopo una serie di inondazioni: una prima, disastrosa nel 1404 ,cui ha fatto seguito quella del 1421, che prese il nome St. Elisabeth Flood dal giorno in cui avvenne, festa di St. Elisabeth. Un disastro che interessò soprattutto le terre del nord dell’Olanda e dal quale ebbe origine Biesbosch: il Museo è lì a dimostrarlo e a mostrarne origini e testimonianze.

Fino dalla metà del 1900 la natura fu libera di espandersi e affermarsi sulle terre bagnate. Nel costruire il Museo i flussi delle maree sono stati alterati per permettere alle terre bagnate di Noorwaard di drenarsi liberamente e alla natura di ritornare nel Parco Nazionale.

Le terre nel cuore di Biesbosch, che rendono questo luogo unico, possono essere raggiunte dal Museo – situato in cima all’isola- con una barca a motore elettrico o a piedi con escursioni lungo i canali navigabili.

La sicurezza del luogo è al centro dello sviluppo del Museo, riaperto dopo otto mesi di ristrutturazione: trasformato completamente e ampliato con una nuova ala, aperta sull’intorno suggestivo, e comprendente un edificio, un ristorante e uno spazio per mostre temporanee di arte contemporanea.

Il nuovo spazio espositivo permanente con la collezione del Biesbosch offre un ampio panorama della storia e della cultura locale.

Museum Island, realizzato nel 2016, è un fresco parco sull’isola, con l’acqua che scorre lungo torrenti scavati appositamente. Le maree e le variazioni stagionali del livello dell’acqua sono tenute sotto controllo facilmente, grazie ai declivi che costituiscono anche un ambiente ideale per flora e fauna che si modifica in continuazione a causa del mutare del livello delle acque.

Di Rotterdam i progettisti coinvolti nella sistemazione: il Museo, gli interni, i modelli in scala delle vie d’acqua e il parco sono stati realizzati su disegno dello studio di architettura Marco Vermeulen; la mostra è stata allestita su progetto dello Studio dell’architetto Joyce Langezaal. Foto Ronald Tilleman. [GG]

Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...