A Bassano del Grappa, le Bolle di Fuksas

1 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini2 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini3 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini4 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini5 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini6 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini7 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini8 FUKSAS BOLLE Grappa Nardini9 FUKSAS BOLLE Grappa NardiniLa Grappa Fratelli Nardini, nata come produzione di acquavite nel 1779 a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, in Italia, è il più antico e uno tra le più famosi marchi di grappe italiane.

L’azienda è guidata ancora oggi dai discendenti dei fondatori. Nel 2004, in vista dei 225 anni di attività, Giuseppe e Cristina Nardini decisero di costruire un’opera che rimanesse nella città di Vicenza, da sempre nota per il ponte coperto palladiano che compare nelle etichette delle grappe Nardini, simbolo della loro storia, un’importante architettura contemporanea che guarda al futuro e che è nata anche come spazio per promuovere la cultura della grappa con eventi e visite guidate.

D’altra parte è forte il legame dell’azienda Nardini con la sua città cui offre già da tempo il Garage Nardini, uno spazio in grado di ospitare artisti e dare visibilità alla creatività nazionale e internazionale, coinvolgendo il territorio e la collettività, stimolandone la crescita culturale.

Per l’opera voluta dai Nardini, un’architettura dal segno italiano, ma in grado di esprimere anche l’internazionalità che caratterizza la Grappa Nardini, si è affidato il compito a uno studio di architettura italiano conosciuto in tutto il mondo: lo Studio Fuksas di Massimiliano e Doriana Fuksas.

Nella sede storica di Bassano del Grappa, all’interno del parco aziendale progettato da Pietro Porcinai all’inizio degli anni Ottanta del secolo scorso, nascono così le Bolle: due strutture ellissoidali trasparenti in acciaio e vetrocamera su disegno (immagine 1, foto di Giustino Chemello), destinate ad accogliere l’una, i laboratori del centro di ricerca e l’altra, la bolla più alta, la sala riunione (foto 2).

Alle Bolle, sostenute da strutture di acciaio, si accede lungo un percorso/passerella. Un ascensore obliquo e scale in multistrato di cristallo collegano le Bolle al piano terreno. Ricavato scavando nel terreno, lo spazio destinato ad accogliere l’auditorium con 100 posti a sedere che viene illuminato di luce naturale da calotte che sembrano galleggiare sullo specchio d’acqua (foto 3 e 4).

All’auditorium si accede dall’esterno con una scalinata che può costituire arena per eventi all’aperto. (Vista dall’alto e particolare nelle immagini 5 e 6, foto di Matteo Danesin).

Nelle belle foto di Maurizio Marcato (immagini 7, 8 e 9) sono evidenziati suggestivi tagli e visuali dell’opera nelle diverse prospettive esterne, fino alla scalinata di accesso al auditorium interrato.

L’opera di Fuksas è visitabile da parte di tutti coloro che vogliano approfondire le tematiche inerenti il mondo dei distillati, apprezzare i prodotti Nardini, conoscere da vicino una delle più interessanti architetture italiane degli ultimi anni.

Di questa architettura si torna a parlare perché è stata scelta quale location per lo spot di 30 secondi della campagna televisiva 2016 del colosso delle telecomunicazioni TIM, con testimonial l’inventore di World Wide Web, Sir Tim Berners-Lee. Lo spot è stato realizzato sotto la guida del regista americano Michael Haussman, direttore video musicali per star internazionali come Madonna e Jennifer Lopez. [GG]

Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Tutti gli articoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...