Una casa in 30 mq

1 MINIHOUSE2 MINIHOUSE3 MINIHOUSEMini House nasce nel 2006 come tesi di laurea dello svedese Jonas Wagell al Konstfack University Colleage of Arts, Crafts and Design di Stoccolma. L’allora studente di design e architettura è oggi titolare dello studio JJWDA (Jonas Wagell Design&Architecture) di Stoccolma, con collaborazioni in Cina e Nord America (dove aveva peraltro anche studiato) ed è molto attivo sul fronte della partecipazione a manifestazioni internazionali.

Nel 2008 è stato inserito nel Wallpaper Architects Directory come uno dei 50 giovani architetti emergenti. Il 2008 è stato un anno davvero importante per Wagell, vincitore del concorso “100% Futures” a 100% Design Londra e vincitore del premio dell’Innovazione della Camera di Commercio Svedese. Altri riconoscimenti gli sono pervenuti in anni più recenti con il premio per la “Lampada dell’anno” nell’ambito del concorso Elle Decoration Swedish Design Awards.

Nella tesi di laurea, con la Mini House, si voleva combinare design con un’architettura contemporanea in un prodotto che si ponesse in relazione con lo spazio e la tradizione del luogo. Nello stesso anno, i regolamenti edilizi svedesi erano stati rivisti aprendo la possibilità di realizzare costruzioni di piccole dimensioni senza la necessità di permessi.

Questa è l’occasione da cui prende il via Mini House: ma lo studente Wagell aveva in testa anche la questione della possibilità di diverse personalizzazioni e optional così comuni nel mondo dell’auto e delle biciclette, ma assente in quello delle case piccole. Dopo necessarie modifiche alla struttura costruttiva per limare i costi, nel 2008 prese vita la versione definitiva Mini House 2.0 in una formula prefabbricata secondo gli standard europei, con strutture pre assemblate, complete di impianti elettrici, isolamento e finiture di interni e, così fatta, spedita e messa a dimora. In teoria, l’unica cosa da fare prima della messa in loco, è la costruzione di una platea e la richiesta dei permessi necessari per gli scarichi di bagno e cucina, da realizzare in aggiunta.

La versione standard si sviluppa su due moduli da 15 mq, ma si possono anche accostare due moduli e congiungerli con una pergola e pavimento deck in legno, con soluzione planimetrica in linea o ad angolo. Anche il modello base di 15 mq può essere tutto in lunghezza o ad angolo e in ambedue i casi si possono ottenere case da 30 a 45 mq. Mini House 2.0 è prevista come casa per weekend o per gli ospiti. Il prezzo stimato è attorno ai 24.000 euro, esclusa IVA. Sono da aggiungere i costi di bagno e cucina, ripostiglio e pergolato esterno. Sono previste spese anche per la spedizione e le realizzazione oltre oceano. [GG]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Tutti gli articoli, Verande e Strutture e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...