Linea luminosa tra interno ed esterno

1 IRIS2 IRIS3 IRISA Massimo Iosa Ghini (Bologna, 1959), architetto e designer italiano di fama internazionale, come dimostrano le tante pubblicazioni, premi e progetti, realizzazione a suo nome in giro per il mondo, si deve la risistemazione degli spazi esterni prospicienti l’ingresso dello showroom e della sede degli uffici, in Italia, del Gruppo Iris e FMG a Fiorano Modenese, in provincia di Modena.

Iosa Ghini, co-fondatore del Bolidismo negli anni Ottanta, responsabile dal 1990 dello studio Iosa Ghini Associati con sedi a Milano e Bologna, vincitore, fin dai primi anni della sua attività, di numerosi riconoscimenti internazionali, protagonista della scena del design, al centro di approfondimenti e di pubblicazioni, da qualche tempo ha stretto una proficua collaborazione con il Gruppo italiano di Fiorano Modenese, che si è anche tradotta nel tempo nella progettazione di stand espositivi in occasione di manifestazioni internazionali (Cersaie a Bologna o lo showroom di Bologna) e più recentemente la riorganizzazione architettonica dello spazio esterno della sede di Fiorano.

Il concept del progetto parte dalla necessità di un collegamento tra esterno e interno della sede: l’architetto Iosa Ghini ha realizzato la connessione tramite il prolungamento, della traiettoria descritta dalla linea luminosa a pavimento, già presente nello spazio interno dello showroom, oltre l’ingresso dello showroom. La linea di luce non è solo un elemento di nesso fra “dentro” e “fuori”, ma descrive un percorso curvilineo che delimita un’area attrezzata per eventi e, allo stesso tempo, sottolinea la separazione tra i materiali, poiché in tutta la sua lunghezza si alternano diversi tipi di pavimentazione e vegetazione. Lo spazio ideato, infatti, è pensato per poter essere sfruttato nelle diverse configurazioni, dall’evento organizzato all’uso quotidiano come pertinenza esterna. La sostenibilità del progetto è ottimizzata dall’utilizzo di sorgenti luminose a basso consumo, con l’utilizzo di sistemi a LED.

La soluzione inventa anche un nuovo luogo di esposizione e dimostrazione di impiego in outdoor, per i prodotti di Iris ceramica e FMG Fabbrica Marmi e Graniti, come nel caso delle lastre (100x100cm) in grès porcellanato Avenue Plumb (Iris) che rivestono le panchine o delle lastre (300×150 cm) di Black Venato (FMG) utilizzate per il totem/scultura al centro dell’area. Proprio con la scultura denominata “la goccia” per la sua particolare forma e realizzata con tre lastre di materiale ceramico di grande formato, si punta a esprimere le incredibili potenzialità espressive e funzionali del prodotto. [GG]

 

Questa voce è stata pubblicata in Architetture, Pavimentazioni, Tutti gli articoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...