Una storia per il parquet

GARBELOTTO ParquetIl parquet esce dagli ambienti chiusi per arredare terrazze e giardini, grazie ad essenze legnose particolarmente resistenti e a finiture d’avanguardia. Se ne fa interprete con la linea Decking, Garbellotto, azienda leader italiana, con una lunga tradizione alle spalle. L’attività di produzione di pavimenti in legno della famiglia Garbelotto prende avvio con Giacomo Garbelotto che, nato in Brasile nel 1888, arriva con la famiglia in Italia, a Cappella Maggiore, in provincia di Treviso. Poco dopo si trasferisce in Slovenia a San Pietro del Carso, territorio ricco di legname e, qui, inizia a conoscere da vicino il legno e a utilizzarlo. Nel 1930, Giacomo, costretto a rientrare a S. Martino di Colle Umberto (un paese vicino a Cappella Maggiore), avvia una grande segheria nella quale produce, tra le altre cose, anche dei particolari zoccoli. La produzione di pavimenti in legno parte nel 1950 e, nel giro di pochi anni, diventa l’attività base dell’azienda. Con lo scorrere degli anni la conduzione dell’impresa passa via via da padre in figlio e, negli anni novanta, viene fondata la Wooden Floor che si occupa di lavorazioni speciali e artigianali, mentre il Parchettificio Garbelotto si concentra, con successo, nella produzione dei nuovissimi pavimenti prefiniti di normali e medie dimensioni.Nel 2003 nasce Master Floor, cui viene affidata la produzione di plance prefinite di medie e grandi dimensioni.

Questa in breve la storia di un’’azienda, tutta italiana, che ha proprio nel Made in Italy l’arma vincente e che investe in innovazione sia a livello tecnologico che di stabilimenti, per poter soddisfare le richieste in continua evoluzione del mercato. Tra queste, in crescita è la richiesta di soluzioni per l’esterno cui l’azienda risponde, come si è detto, con la linea Decking, prodotto ideale per la pavimentazione di bordi piscine, terrazze, camminamenti, balconi, patii, logge e rivestimenti esterni. E’ disponibile in 2 versioni: a listone tradizionale per posa su magatelli della stessa specie legnosa o in altri materiali, per posa a tolda di nave, a spina o come si preferisce (con clips a scomparsa fornite separatamente); oppure in tavole precomposte a quadro o accoppiate con supporto in resina a incastro, per una posa a scacchiera o a correre. Disponibili nelle versioni di tavole Termoteak, Teak (nella foto, con fissaggi a clips), Massaranduba, Ipè Lapacho e in tavole precomposte Termo Teak e Termo Frassino. [GG]

Questa voce è stata pubblicata in Pavimentazioni, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...